lolli vin cottoE'  una sorta di dolce autunnale legato a Pachino alla Vendemmia

Si impasta la farina di grano duro con poca acqua, anche con uno due uova (ma se ne può fare a meno), in modo da ottenere una pasta abbastanza consistente, si lavora dando delle forme ad S, a lolli, a fiore ecc ecc. Si mette a bollire il mosto e si prepara il vino cotto.

cuddureddiSi fa bollire il vino cotto e vi si immergono i tocchetti di pasta, i purcidduzzi, e si lascia cuocere per una buona mezz'ora. Si aggiungono mandorle abbrustolite, pezzetti di mostarda secca, bucce di arancia seccata. Si versa il liquido in una boccia e a raffreddamento si mangiano i porcelli e cucchiaiate di ottimo e denso vino cotto.

Lascia un commento

Accedi


Categorie

← Precedente

La Carota novella...