IL FRUTTO DELL’ANNONA  O CHIRIMUYA

L'Annona cherimola è una pianta originaria degli altipiani andini di Perù, Ecuador, Colombia e Bolivia, oggi diffusa anche in Cile, California, Florida, Africa del sud e in vari paesi del Mediterraneo.

Il suo frutto nella terra d'origine è chiamato chirimuya, da cui la traslitterazione italiana cirimoia, ma è volgarmente nota anche con l'appellativo inglese cherimoya o erroneamente annona, Particolare il frutto attaccato all'albero con un tratto di ramo, non un semplice peduncolo. Contiene un elevato numero di semi.

Annona

Nel Mediterraneo, specialmente in Sicilia e Calabria, matura in autunno.


Il frutto si presenta all'esterno con un colore verdastro e sembra avere una sorta di squame mentre all'interno si presenta biancastra con dei semi neri. La polpa è molto morbida e cremosa e la si può mangiare semplicemente con un cucchiaino. Il gusto è molto dolce e contiene innumerevoli proprietà nutrizionali come sali minerali, vitamine e antiossidanti. L'annona si raccoglie da settembre a dicembre quando si trova nel pieno della sua maturazione e deve essere consumato entro una settimana data l'alta deperibilità del frutto.

Valore nutrizionale

Ricco di zuccheri e proteine. Ricco di fibre e potassio. Buona fonte di vitamina B6 e vitamina C.

Come mangiare

Servito a fette fredde come frutta fresca. La polpa può essere utilizzata in macedonie, gelati, sorbetti e frullati.

Gli alberi di cherimoya sono sensibili al freddo e al vento, quindi dovrebbero essere coltivati ​​in una zona calda con elevata umidità, al riparo dal vento.

Lascia un commento

Accedi


Categorie

← Precedente

I numerosi vantaggi...